Nicoletta Bernardi

Cantante, autrice, percussionista.

“C’è qualcosa che non muore che non vuol sparire, forse l’essenza delle cose, la purezza del sentire. Come una musica, un amore che ti ha sfinito, ti ha lasciato e tu hai già perdonato. E’ qualcosa che nel piccolo riesce a fiorire, non si può rubare o contraffare ciò che del semplice deve restare. E’ un’idea povera, senza fronzoli, senza belletti, è solo un sogno, un pensiero possibile di realtà ideali.” Gaia protesta

Non sono una star, una primadonna.
Detesto le formalità, il gioco dei ruoli, la finta bonarietà.
Amo l’intelligenza, la responsabilità, la poesia, i paesaggi e l’arredamento dell’anima.
Sono cinica e romantica, pratica e sognatrice, forse patetica.
Sono nata e vissuta a Milano, sono fuggita e poi tornata.
Canto da sempre, cantare mi fa stare bene. Annulla le contraddizioni e lascia la possibilità intatta di una me univoca.
Ho iniziato cantando musica sacra, sono passata alla musica ” leggera ” attraverso il jazz e l’afro. I canti africani hanno spesso voci pulite e melodiose su ritmi complessi che mi divertono e mi somigliano. Ho collaborato con autori italiani e stranieri sino a quando è nata in me la voglia di scrivere musica mia.

Spettacoli:

Santiago in alto mare, rassegna di musica e letteratura al Count Basie jazz club di Genova (2016)

Balerhaus Teatro della Contraddizione e Sanpapiè, formato d’arte con orchestra I Morbidissimi e Nicoletta Bernardi (dal 2015, ancora in corso)

Collaborazione con Progetto Santiago (dal 2014) Progetto Santiago si occupa soprattutto di libri, scrittura ed editoria, ma anche di tutto quello che ci gira intorno. Serate di musica (Nicoletta Bernardi) e parole (Progetto Santiago)

Festival Expolis (2014/15/16) spettacolo itinerante, stagione sperimentale europea, Teatro della Contraddizione e Accademia di Brera

In Alto Mare (2014/15/16) di e con Nicoletta Bernardi  con Gianni Consiglio  (chitarra e basso), Raffaele Lomoro  (chitarre), Federica Toti  (voce narrante). Rassegna di parole e musica, ospiti poeti e scrittori. Ospiti: Monica Bonomi, Paola Ronco, Matteo Speroni, Elena Mearini, Gianni Montieri, Rosario Palazzolo, Gianluigi Facchetti, Gianluca veltri, Barbara Garlaschelli, Nicoletta Vallorani, Giorgio Fontana, Guido Catalano, Alessandro Bastasi…

Musicomedians Club (2014): ospite, insieme a Enrico Bertolino, della rassegna di teatro e musica di Flavio Oreglio

Kultura Kitsch-en (2013): formati d’arte in cui Nicoletta compone appositamente musiche originali. Teatro della Contraddizione

 Il Luogo Fragile (2013) di e con Nicoletta Bernardi  con Gianni Consiglio  (chitarra e basso), Raffaele Lomoro  (chitarre), Federica Toti  (voce narrante). Una cantautrice, due musicisti, un’attrice e un ospite letterario diverso a ogni appuntamento, una serata dove musica, racconti, poesia si fondono e confondono. Ospiti: Gigi Gherzi, Gianni Montieri, Milena Prisco.

Milano Calling (2012-2013):  format mensile al Teatro della Contraddizione (Milano), in cui Nicoletta mette in scena il proprio repertorio musicale

Concerto per voce parlata e cantata (2012/13/14/15/16)Spettacolo composto di brani musicali, poesie e brevi racconti musicati. L’intreccio ritmico è ricco e quasi centrale, la melodia è facilmente fruibile mentre i testi sono critici, riflessivi, spesso disillusi, cinici e sarcastici.

Cecità (2012) – voce sola, spettacolo teatrale di Mabel Lopez ( repliche a Milano, Bologna, Genova)

Ho Perso Il Filo (2011-2012)  : di e con Nicoletta Bernardi, Paola Franzini, Nicola Cioce, con ospiti letterari diversi a ogni appuntamento (fra gli altri Matteo Speroni, Giorgio Fontana, Gianfelice Facchetti)

Collaborazioni: Azazel (afro reggae), GC world beat group (afro reggae), Acoustic Boundaries (jazz), Rafael Didoni (cantautore attore), Flavio Pirini (cantautore – ha accompagnato Flavio con voce e percussioni per anni passando dal Caravanserraglio, Radiopopolare, ai luoghi più inconsueti di Milano e d’Italia. Ha partecipato alla realizzazione del suo album Romancinismo dove canta sola “A fior di labbra” una ballad morbida e seducente), Malamanera (etnofunkyrock – esperienza come cantante-autrice di testi e melodie, culminata nella realizzazione di un album)
Ha scritto testi e musiche dello spettacolo teatrale “Sola” interpretato da Stefania Zito
Ha scritto testi e musiche per spettacoli per bambini, dove ha lavorato come interprete.

Ha studiato con:
Violoncello con Clare Ibbot ( primo violoncello Teatro alla Scala)
Canto jazz con Daniela Panetta
Percussioni afro-cubane con Daniel Sànchez
Musicoterapia C.E.M.B. (centro educazione musicale di base, MI)